esarcsenfrdeiwhiitpt

Introduzione

Biossido di cloro: una soluzione sicura e potenzialmente efficace per superare il Covid-XNUMX

1. INTRODUZIONE

1.1 Contesto

1.2. Una breve panoramica del biossido di cloro 

1.3. Punti chiave per la riflessione 

1.4. Che cos'è la soluzione di biossido di cloro (CDS) e quali sono le differenze con la soluzione minerale miracolosa (MMS)? 

La controversia inutile e le sue conseguenze

2. EFFICACIA, SICUREZZA E TOSSICITÀ DEL DIOSSIDO DI CLORO 

2.1. Azione contro i virus 

2.2. Studi pre-clinici 

2.3.. Studi clinici 

2.4. Tossicità 

3. RACCOMANDAZIONI, PRECAUZIONI E CONTROINDICAZIONI A SEGUITO DI ESPERIENZE MEDICHE 

4. FATTI GIURIDICI E DIRITTI UMANI INTERNAZIONALI 

5. CONSIDERAZIONI FINALI 

XNUMX. RIFERIMENTI

7.ALLEGATI Rapporto su un'esperienza: il caso della Bolivia

AEMEMI

Associazione ecuadoriana di medici esperti in medicina integrativa

CDS

Soluzione di biossido di cloro

Cl

cloro

ClOXNUMX

Biossido di cloro

COMUSAV

Coalizione mondiale per la salute e la vita

COVID-XNUMX

Dall' inglese CO rona VI rus D isease -XNUMX

ELA

Sclerosi laterale amiotrofica

FDA

Dall' inglese Food and Drug Administration

H2O

Acqua

HCl

Acido cloridrico

mL

millilitro

MMS

Dall' inglese: Sostanza minerale miracolosa

NaCl

Cloruro di sodio (sale comune)

NaClO

Ipoclorito di sodio (candeggina)

NaClOXNUMX

Clorito di sodio

NaClO3

Clorato di sodio

NaClO4

Perclorato di sodio

NaOH

Idrossido di sodio

O2

Ossigeno

OMC

Organizzazione mondiale del commercio

OMS/OPS/ WHO

Organizzazione Mondiale della Salute

Organizzazione Panamericana della Salute

Dall' inglese World Health Organization

pH

Potenziale di idrogeno

ppm

Parte per milione

RNAAcido ribonucleico

SARS-CoV-2

Sindrome respiratoria acuta del coronavirus tipo 2

TCLI

Consenso gratuito e informato

HIV

HIV

1. introduzione

1.1 Contesto

La recente pandemia di Covid-19 ha scioccato il mondo e ha causato migliaia di vittime e, come una delle conseguenze altrettanto complicate, l'economia globale è stata compromessa. Indubbiamente, questo è un problema che richiede una soluzione urgente e l'impegno di tutti, soprattutto del personale sanitario, per trovare una soluzione tempestiva.  

Al fine di individuare una soluzione a questo problema e anche sulla base delle evidenze scientifiche già pubblicate e delle esperienze cliniche dell'utilizzo del biossido di cloro (ClOXNUMX) da parte di medici e ricercatori, abbiamo effettuato una valutazione delle principali informazioni a supporto della nostra proposta per l'uso della soluzione di biossido di cloro (CDS), seguendo il protocollo standardizzato di Andreas Ludwig Kalcker come alternativa sicura ed efficace per combattere l'infezione da SARS -COVXNUMX.

Da gennaio a luglio 2020 è stata condotta un'indagine di revisione sull'utilizzo del biossido di cloro nella letteratura internazionale indicizzata e, a titolo di esempio, se si analizza solo il sito PubMed (National Library of Medicine 2020), 

osserviamo che utilizzando solo il descrittore "biossido di cloro", abbiamo a disposizione un totale di 1.372 documenti dal 1933 alla data della ricerca, 2020 (Figura 1).

Figura 1 - Numero di documenti trovati con il descrittore "diossido di cloro" nel database scientifico di PubMed. La prima freccia rossa indica il descrittore utilizzato per la ricerca e la seconda il numero di documenti pubblicati.

fonte: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/?term=chlorine+dioxide&sort=pubdate.

Data di accesso: 24/07/2020

Un'altra fonte importante è stata il database PubChem (Figura 2), in cui è possibile identificare anche informazioni biochimiche e tossicologiche, tra le altre, e i brevetti registrati (che si possono trovare anche in Google Patents), tra cui spiccano i seguenti:

1) Il brevetto sulla disinfezione delle sacche di sangue (Kross & Scheer, 1991);

2) Il brevetto sull'HIV (Kuhne 1993);

3) Il brevetto per il trattamento di malattie neurodegenerative come la sclerosi laterale amiotrofica (SLA), il morbo di Alzheimer e la sclerosi multipla (McGrath MS 2011);

4) il brevetto Taiko Pharmaceutical (2008) per il coronavirus umano;

5) il brevetto su un metodo e una composizione “for treating cancerous tumors” per il trattamento dei tumori cancerosi (Alliger 2018);

6) il brevetto della composizione farmaceutica per il trattamento dell'infiammazione interna. (Kalcker LA, 2017);

7) il brevetto sulla composizione farmaceutica per il trattamento dell'avvelenamento acuto (Kalcker LA, 2017

8) il brevetto di un composto farmaceutico per il trattamento di malattie infettive (Kalcker LA, 2017);

9) il brevetto sull'uso del CDS per il coronavirus di tipo 2 (Kalcker LA, 2020- ancora in attesa di pubblicazione: /11136-CH_Antrag_auf_Patenterteilung.pdf).

Figura 2 - Numero di documenti trovati con il descrittore "diossido di cloro" nel database scientifico di PubChem. La prima freccia rossa indica il descrittore utilizzato per la ricerca e la seconda il numero di documenti pubblicati.

fonte: https://pubchem.ncbi.nlm.nih.gov/#query=chlorine%20dioxide

Data di accesso: 24/07/2020

Pertanto, solo con questi dati iniziali, abbiamo riscontrato che la ricerca sul ClOXNUMX non è una novità, si tratta di una molecola chimica conosciuta da più di XNUMX anni e commercializzata da XNUMX anni con vari utilizzi, ovvero: il trattamento delle acque per il consumo umano, il trattamento delle acque contaminate, per controllo del biofilm nelle torri di raffreddamento e nel processo di disinfezione di alimenti e verdure. Inoltre, vengono effettuati studi preclinici e clinici, nonché studi che consentono di comprenderne le caratteristiche tossicologiche e di sicurezza, soprattutto per l'utilizzo da parte dell'uomo (Lubbers et al XNUMX, Ma et al XNUMX).

1.2. Una breve panoramica del biossido di cloro

La formula chimica per il biossido di cloro è ClO2 e secondo il registro in Chemical Abstracts Services (CAS) della Chemical American Society, il suo numero CAS è 10049-04-4. In questa formula, è chiaro che c'è un atomo di cloro (Cl) e due atomi di ossigeno (O2) in una molecola di biossido di cloro. Questi 3 atomi sono tenuti insieme dagli elettroni per formare la molecola ClO2. Può essere utilizzato come gas saturato in acqua distillata e quindi può essere bevuto o applicato direttamente su cute e mucose, con le opportune diluizioni. Andreas Ludwig Kalcker, biofisico e ricercatore, ha standardizzato una saturazione di gas in acqua distillata chiamata soluzione di biossido di cloro o CDS (per il suo acronimo in inglese, CDS: ccloro dioossido soluzione) (Biblioteca nazionale di medicina 2020).

La scoperta della molecola ClO2 nel 1814, è attribuita allo scienziato Sir Humphrey Davy. Il ClO2 È diverso dall'elemento cloro (Cl), sia nella sua struttura chimica e molecolare, sia nel suo comportamento. Il ClO2Come è già stato ampiamente riportato, può avere effetti tossici se non si osserva la necessaria cura per i suoi vari usi e se non vengono rispettate le appropriate raccomandazioni per il consumo umano. È più che noto che il gas ClO2 è tossico per l'uomo se inalato puro e / o ingerito in quantità superiori a quelle consigliate (Lenntech 2020 IFA 2020).

Il ClO2 è uno dei biocidi più efficaci contro i patogeni come batteri, funghi, virus, biofilm e altre specie di microrganismi che possono causare malattie. Agisce interrompendo la sintesi delle proteine ​​della parete cellulare del patogeno. Essendo un ossidante selettivo, il suo meccanismo d'azione è molto simile alla fagocitosi, in cui viene utilizzato un lieve processo di ossidazione per eliminare tutti i tipi di patogeni (Noszticzius et al 2013, Lenntech 2020). Vale la pena di menzionare che il ClO2, generato dal clorito di sodio (NaClO2), è approvato dalla Environmental Protection Agency negli Stati Uniti (EPA 2002) e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per l'uso in acque adatte al consumo umano, poiché non lascia residui tossici (EPA 2000, OMS 2002) .

Quando applicato nelle concentrazioni appropriate, ClO2 non forma alcun prodotto alogenato e i suoi sottoprodotti residui sono normalmente entro i limiti raccomandati dall'EPA (2000, 2004) e dall'OMS (2000 2002). A differenza del cloro gassoso, non si idrolizza facilmente e rimane in acqua come gas disciolto. Contrariamente al cloro, il ClO 2rimane in forma molecolare negli intervalli di pH che si trovano comunemente nelle acque naturali (EPA 2000, WHO 2002). L'OMS e l'EPA includono ClO 2nel Gruppo D (sostanze non classificabili in termini di cancerogenesi umana) (IARC 2001, EPA 2009). D'accordo con il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti del 2004, la FDA raccomanda l'uso di ClO 2sia consentito come additivo negli alimenti e come agente antimicrobico (disinfettante).

Molti continuano a confondere il ClO2 con l'ipoclorito di sodio (NaClO - candeggina) e quest'ultimo con clorito di sodio (NaClO 2), oltre che con altri composti chimici, provocando frequenti commenti inappropriati sia nei media che tra i professionisti a causa della mancanza di conoscenza della chimica elementare. NaClO (candeggina), ad esempio, è un potente agente corrosivo e il pericolo dovuto all'esposizione cronica e massiccia al NaClO è ben noto. Si ritiene che i sintomi dell'asma sviluppati da professionisti che lavorano a contatto con questa sostanza possano essere dovuti alla continua esposizione a candeggina e altri irritanti. 

A contatto con i grassi, l'idrossido di sodio (NaOH) scompone gli acidi grassi in glicerolo e saponi (sali di acidi grassi), riducendo la tensione superficiale dell'interfaccia rimanente di grasso-soluzione. L' NaClO è responsabile della dissoluzione del tessuto organico. Si osserva quindi che la principale tossicità delle sostanze generate dalle reazioni chimiche dell'ipoclorito di sodio è la comparsa di un radicale idrossile NAOH, nelle varie reazioni con secrezioni e nella struttura chimica dei tessuti umani (Daniel et al 1990, Racioppi et al 1994; Estrela et al 2002, Medina-Ramon et al 2005, Fukuzaki 2006, Mohammadi 2008, Peck B et al 2011).

Sulla base di questa breve rassegna su cosa sia il biossido di cloro e sulla sua capacità biocida, non sorprendono i risultati ottenuti dai medici dell'Associazione ecuadoriana di specialisti in medicina integrale (AEMEMI): i quali affermano che la somministrazione di CDS in diluizioni appropriate e sicure è un'alternativa efficace ed a basso costo che può contribuire rapidamente al ripristino della salute dell'individuo infettato da Coronavirus umano di tipo 2, e si presume che possa favorire la riduzione di morbilità e mortalità e i ricoveri dovuti a COVID -19 per la maggioranza dei casi a un massimo di 4 giorni (AEMEMI 2020).

Attraverso le prove delle pubblicazioni scientifiche disponibili che dimostrano l'efficacia del ClO2 nell'eliminare diversi patogeni (Kullai-Kály et al XNUMX), incluso SARS-CoV (Tabelle XNUMX, XNUMX, XNUMX e XNUMX; Taiko Pharmaceutical Patent XNUMX), nonché attraverso lavori che confermano la sicurezza dell'uso del biossido di cloro per la depurazione delle acque e, più recentemente, il già citato lavoro dell'AEMEMI, valutiamo positivamente e con grande potenziale biocida l'utilizzo della soluzione acquosa di ClO 2(CDS) per combattere i coronavirus (AEMEMI XNUMX, EPA XNUMX, WHO XNUMX, WHO XNUMX).

In questo contesto, siamo sorpresi dal fatto che organismi ufficiali come i Ministeri della Salute, OPS / OMS e le agenzie di regolamentazione e / o enti sanitari non raccomandino l'uso di ClO2e che tutti, invece di raccomandarlo, richiamino l'attenzione sulla sua tossicità e pericolosità e che tuttavia, nei loro discorsi, non indichino chiaramente in quale forma e con quale via di somministrazione ClO 2è davvero tossico. Ad ogni modo tutto ci porta ad intendere che si riferiscono alla forma pura e concentrata di questo gas e non alla formula standardizzata di Kalcker: la soluzione acquosa di biossido di cloro (CDS), a XNUMX ppm.

Pertanto, per aiutare a chiarire i concetti, invitiamo tutti gli organismi ufficiali ad approfondire gli studi di Andreas Kalcker con la soluzione acquosa contenente biossido di cloro gassoso (CDS). Siamo convinti che, dopo averli studiati, questi organismi, che apprezzano la salute, non potranno che comprendere le potenzialità di questa soluzione per uso umano. Da quel momento in poi potranno rivedere i loro documenti che potrebbero essere in disaccordo con la realtà scientifica che è stata pubblicata e con le esperienze mediche. A questo punto potrebbero offrire queste informazioni in modo più chiaro e assertivo nei loro articoli pubblicati sui siti web ufficiali o anche nei loro documenti.

1.3. Punti chiave per la riflessione

Di fronte al grave scenario a cui è esposto il mondo intero con la pandemia di coronavirus, ci rivolgiamo alle autorità e alle istituzioni preposte alla salute umana che gestiscono le principali istituzioni per porre loro le seguenti domande:

  • Quale può essere l'obiettivo / l' impatto nel rivelare un documento con informazioni che possono essere interpretate male?
  • C'è uno scopo nel nascondere e/o nel tradurre la conoscenza scientifica in modo tale da causare dubbi o danneggiare la salute di migliaia di persone e impedire loro di beneficiare di qualcosa che può davvero salvare vite umane?
  • Qual è lo scopo che si persegue con il rifiuto a utilizzare le opzioni cosiddette "non convenzionali" ma potenzialmente promettenti con prove cliniche provate dai medici in prima linea sul COVID-19?

Dato che lo scopo legalmente stabilito è quello di salvare vite umane, non è logico né sano, e ancor meno si tratta di un'azione umanitaria e compassionevole, che in una situazione di emergenza pubblica globale, i malintesi nella trasmissione della conoscenza scientifica abbiano un fine diverso dalla conservazione della vita. Riteniamo che questi concetti che generano malintesi possano essere dovuti alla mancanza di conoscenza della letteratura esistente (anche se aperta alla consultazione pubblica). Ricordando: nel solo database PubMed, ci sono più di 1.300 documenti pubblicati utilizzando solo il descrittore "diossido di cloro".

Supponendo che il team incaricato di redigere i documenti, gli articoli e i rapporti ufficiali pubblicati sui siti web di organizzazioni ufficiali come OPS / OMS dei paesi membri, i Ministeri della Salute e gli organismi di regolamentazione sanitaria, non siano a conoscenza degli articoli e dei brevetti (il che non li esonera dalla responsabilità legale) dove viene dimostrata la non tossicità nelle citate dosi e gli possibili benefici del biossido di cloro per la salute umana e che, quindi, queste squadre preposte non considerino ancora il potenziale del ClO2 per la lotta al coronavirus di tipo XNUMX, come è stato fatto da AEMEMI e dalla squadra di Medici e Ricercatori che firmano questo dossier, vi invitiamo a riflettere su quanto segue:

  • Esistono molte basi scientifiche a cui il pubblico può accedere: con molti articoli disponibili gratuitamente, che contengono le informazioni necessarie per la redazione di un documento che serva da base di partenza per una decisione nella gestione pubblica; perché queste basi non sono state consultate oppure sono state mal analizzate o non sono state considerate affatto? Per quale ragione? Dopo tutto, l'uso di una sostanza per la salute umana o la sua proibizione, in un contesto di emergenza pubblica globale per superare COVID-19, è una decisione importante

 

  • Com'è possibile che le organizzazioni sanitarie ufficiali e legalmente responsabili abbiano preso una decisione così importante senza un'analisi approfondita degli effetti che genererebbe il divieto di una sostanza che potrebbe semplicemente porre fine alla pandemia in modo rapido, sicuro ed efficace?

 

  • Il fatto è che qualsiasi neofita in materia che legga le diverse pubblicazioni ufficiali di alcune organizzazioni sanitarie sul ClO2, avrà naturalmente paura di consumare questo prodotto perché pensa che sia tossico e dannoso per la salute, e che potrebbe mettere in pericolo la loro vita. Allo stesso modo, anche un operatore sanitario temerebbe di usarlo nella sua pratica terapeutica, poiché l'obiettivo finale di qualsiasi operatore sanitario è preservare la vita e dunque egli non offrirebbe al paziente qualcosa che metta la vita in pericolo.

Le informazioni circolanti sul CDS sono dissonanti e incoerenti se confrontate con quelle reali di cui disponiamo su di esso e sulle sue potenzialità. Per questo noi professionisti della salute, con l'intento di dare rispettosamente il nostro contributo affinchè le istituzioni sanitarie governative rivedano la loro documentaione e le linee guida che hanno pubblicato ufficialmente e per promuovere informazioni più chiare ed accurate sull'uso, l'efficacia e la sicurezza del CLOXNUMX per il consumo umano orale (CDS) come standardizzato da Kalcker (XNUMX-Info sulla valutazione:/ XNUMX-CH_Antrag_auf_Patentenerteilung.pdf)

condividiamo qui di seguito un riepilogo dei principali fatti scientifici e delle prove che il CDS è efficace contro diversi patogeni, incluso il coronavirus umano di tipo XNUMX, l'agente eziologico della SARS-CoVXNUMX. Sfortunatamente, il modo in cui vengono diffuse le informazioni su ClO2genera dubbi. Ma peggio ancora rivela a chi comprende l'argomento sotto gli aspetti scientifici che la disinformazione generata è davvero sorprendente.

1.4. Che cos'è la soluzione di biossido di cloro (CDS) e quali sono le differenze con la soluzione minerale miracolosa (MMS)?

Più di XNUMX anni fa, Andreas Ludwig Kalcker ha avviato indagini scientifiche per studiare l'applicabilità del ClO2e le sue diluizioni, in modo che possa essere utilizzato in sicurezza nel il consumo umano. Su questi studi ha sviluppato XNUMX brevetti, di cui XNUMX pubblicati e uno in attesa di approvazione. Questi studi si basano sui livelli di tossicità sicuri stabiliti dal database tossicologico tedesco Gestis (IFA XNUMX) e tengono conto di altri studi di riferimento già sviluppati, ad esempio, dall'OMS (XNUMX, XNUMX) e dal EPA (XNUMX).

Questi studi confermano la non tossicità di questo gas in soluzione acquosa per consumo umano e stabiliscono, ad esempio, che la dose sicura da utilizzare per la potabilità dell'acqua è di 0,3 mg / L. Gli studi di Kalcker e le esperienze cliniche dei Medici consigliano di utilizzare 10 mL di questa soluzione concentrata, diluiti in 1000 mL di acqua come uno dei protocolli per combattere il SARS-VOC 2. In questa specifica raccomandazione, è consentito, alla fine, il consumo di 30 mg al giorno, suddivisi in 10 dosi da 100mL; ciò è sicuro e non tossico sulla base di riferimenti scientifici riconosciuti (Lubbers & Bianchine 1984; Ma et al 2017).

La controversia inutile e le sue conseguenze

Contestualizzando l'origine dell'errata polemica sorta in tema di "biossido di cloro", è importante chiarire: 

Storicamente, un prodotto chiamato "soluzione minerale miracolosa" (MMS) è stato oggetto di molte controversie nei media di tutto il mondo perché viene venduto come "medicinale".

Vediamo spesso notizie su Internet che confondono la "soluzione minerale miracolosa" (MMS = acido citrico + clorito di sodio + acqua) con la "soluzione di biossido di cloro" (CDS = acido cloridrico + clorito di sodio + acqua) e quest'ultima con ipoclorito di sodio (candeggina). Le principali differenze tra l'MMS e il CDS possono essere riportate nella tabella 1:

caratteristiche generali

MMS

CDS

Concentrazione di ClO2 (parte per milione - ppm)

Non conosciuto

3.000 ppm

Ph

acido

Neutro (7)

Residuos

Clorati, cloruri

Senza residui

Tabella XNUMX - Caratteristiche generali che differenziano la soluzione minerale miracolosa (MMS) dalla soluzione di biossido di cloro (CDS).

Le conseguenze e l'impatto di questi fallimenti nella traduzione delle conoscenze scientifiche sono assai preoccupanti, particolarmente in un momento di emergenza sanitaria globale, quando la vita di molte persone è in pericolo. 

Pertanto, è urgente che tutte le istituzioni siano allertate attraverso la preventiva qualificazione delle informazioni che vengono pubblicate in modo che non vi siano fallimenti nella traduzione della conoscenza scientifica, i quali generano spazio per dubbi e interpretazioni errate attraverso i mezzi di comunicazione con gravi conseguenze che influenzano negativamente il processo decisionale dei manager.

Se usassimo ipoclorito di sodio (NaClO) con acido cloridrico nell'acqua, la soluzione conterrebbe Cl2+ NaCl + H 2O. Il Cl2è un gas tossico che reagisce con sostanze organiche, principalmente in mezzi acquosi dove può formare acidi tossici.

Sebbene le differenze biochimiche siano chiare e ben consolidate, molti continuano a confondere alcune sostanze chimiche con ClO2(Tavolo XNUMX):

 

COMPOSTI CHIMICI

CARATTERISTICHE BIOCHIMICHE

Perclorato di sodio

Clorato di sodio

Clorito

sodio

Ipoclorito

di sodio

Cloruro di sodio

cloro

Biossido di cloro

struttura

 Perclorato di sodio

 Clorato di sodio

 clorito di sodio

 ipoclorito di sodio

 nacl

 cloro 2

 biossido di cloro

Formula chimica

NaClO4

NaClO3

NaClO2

NaClO

NaCl

Cl2

ClO2

Peso molecolare

X

X

X

X

X

X

X

2. Efficacia, sicurezza e tossicità del biossido di cloro

2.1. Azione contro i virus

La maggior parte dei virus si comporta in modo simile perché, una volta che infettano la cellula, l'acido nucleico del virus assume il controllo della sintesi delle proteine ​​della cellula. 

Alcuni segmenti dell'acido nucleico del virus sono responsabili della replicazione del materiale genetico del capside, una struttura la cui funzione è quella di proteggere il 

genoma virale durante il suo trasferimento da una cellula all'altra e assistere nel suo trasferimento tra le cellule ospiti.

Quando il ClO2incontra una cellula infetta, si verifica un processo di denaturazione molto simile alla fagocitosi perché è un ossidante selettivo (Noszticzius et al XNUMX).

2.2. Studi pre-clinici

Studi pre-clinici che esplorano la tossicità del ClO2 solitamente non osservano effetti negativi quando gli animali sono esposti a diverse concentrazioni di questo biocida. Faremo qui riferimento ad alcuni degli studi più importanti. Ogata (XNUMX) ha esposto XNUMX ratti a XNUMX ppm di ClO 2gassoso per XNUMX giorni.  

L'esame microscopico dei campioni istopatologici dei polmoni di questi ratti ha mostrato che i loro polmoni erano "completamente normali". In un altro studio preclinico, Ogata et al. (XNUMX) hanno esposto i ratti a XNUMX ppm di ClO2gassoso per XNUMX ore al giorno, XNUMX giorni alla settimana per un periodo di XNUMX settimane. Non sono stati osservati effetti avversi. Hanno concluso che il "Livello senza effetti avversi osservati" (NOAEL) per il biossido di cloro gassoso è di XNUMX ppm, un livello che si ritiene non sia tossico per l'uomo e supera la concentrazione segnalata di XNUMX ppm per la protezione contro infezione da virus influenzale.

In studi sui ratti, Haller e Northgraves (1955) hanno scoperto che l'esposizione a lungo termine (2 anni) a 10 ppm di biossido di cloro non produce effetti negativi. Tuttavia, i ratti esposti a 100 ppm hanno mostrato un aumento del tasso di mortalità.

 

Musil et al (XNUMX) hanno riportato che alte dosi (XNUMX-XNUMX mg / kg) di clorito di sodio hanno causato l'ossidazione dell'emoglobina a metaemoglobina. Tuttavia, quando i ratti hanno bevuto acqua per XNUMX giorni con livelli variabili di biossido di cloro (compresi tra XNUMX e XNUMX ppm), non sono stati osservati cambiamenti nei parametri ematologici. In un altro studio, polli e ratti che bevevano biossido di cloro nell'acqua potabile ogni giorno a concentrazioni fino a XNUMX ppm per XNUMX mesi non hanno prodotto metaemoglobina. Richardson (XNUMX) ha riportato che alte dosi di sodio clorato orale (NaClO3) (che non è uguale al clorito di sodio - NaClO2) ha prodotto metaemoglobinemia e nefrite (Dipartimento della salute e del servizio umano degli Stati Uniti, XNUMX).

Fridliand e Kagan (XNUMX) hanno riportato che i ratti che hanno consumato per via orale XNUMX ppm di soluzione di ClO2per XNUMX mesi non hanno avuto effetti negativi sulla salute. Quando l'esposizione è stata aumentata a XNUMX ppm, l'unica differenza tra il gruppo di trattamento e il gruppo di controllo era l'aumento di peso più lento nel gruppo di trattamento. Nel tentativo di simulare lo stile di vita umano convenzionale, Akamatsu et al (XNUMX) hanno esposto i ratti al biossido di cloro gassoso a una concentrazione di XNUMX - XNUMX ppm, XNUMX ore al giorno e XNUMX giorni. della settimana per un periodo di XNUMX mesi. Hanno concluso che l'esposizione di tutto il corpo al biossido di cloro gassoso fino a XNUMX ppm per un periodo di XNUMX mesi non è tossica per i ratti.  

Dosi più elevate di soluzione di ClO2(ad es. XNUMX-XNUMX ppm) può causare alterazioni ematologiche negli animali, tra cui diminuzione della conta dei globuli rossi, metaemoglobinemia e anemia emolitica. Ridotti livelli sierici di tiroxina sono stati osservati anche nelle scimmie esposte a XNUMX ppm nell'acqua potabile e nei cuccioli di ratto esposti a concentrazioni fino a XNUMX ppm attraverso il sondino o indirettamente attraverso l'acqua potabile della preda (Dipartimento della salute e servizio umano, XNUMX).

Moore e Calabrese (XNUMX) hanno studiato gli effetti tossicologici del ClO2nei ratti e hanno osservato che quando sono stati esposti a un livello massimo di XNUMX ppm mediante acqua potabile i ratti A / J né CXNUMXL / J hanno mostrato alcun cambiamento ematologico. È stato anche scoperto che i ratti esposti fino a XNUMX ppm di clorito di sodio (NaCIO 2) nella loro acqua potabile per un massimo di XNUMX giorni non hanno potuto dimostrare alcun cambiamento istopatologico nella struttura dei reni. 

Shi e Xie (XNUMX) hanno indicato che un valore di LDXNUMX orale acuto (che dovrebbe provocare la morte del XNUMX% degli animali trattati) per il biossido di cloro stabile era> XNUMX mg / kg nei topi. Nei ratti, i valori di LDXNUMX orale acuta per il clorito di sodio (NaClO2) variava da XNUMX a XNUMX mg / kg (equivalente a XNUMX-XNUMX mg di clorito / kg) (Musil et al XNUMX, Seta et al XNUMX). Non sono stati osservati decessi correlati all'esposizione nei ratti che hanno ricevuto biossido di cloro in acqua da bere per XNUMX giorni a concentrazioni che hanno portato a dosi fino a circa XNUMX mg / kg / giorno negli uomini e XNUMX mg / kg / giorno nelle donne (Daniel et al XNUMX).

2.3.. Studi clinici

Secondo la United States Environmental Protection Agency (EPA), la tossicità a breve termine del ClO2è stato valutato in studi sull'uomo da Lubbers et al (XNUMX, XNUMX, XNUMXa e Lubbers & Bianchine XNUMXc). Nel primo studio (Lubbers et al XNUMX, pubblicato anche come Lubbers et al.XNUMX), un gruppo di XNUMX uomini adulti sani ha bevuto XNUMX ml (divisi in due porzioni da XNUMX ml, a XNUMX ore di distanza) di una soluzione di XNUMX o XNUMX mg / L biossido di cloro (XNUMX mg / kg, assumendo un peso corporeo di riferimento di XNUMX kg). Nel secondo studio (Lubbers et al XNUMXa), gruppi di XNUMX uomini adulti hanno ricevuto XNUMX mL di acqua distillata contenente XNUMX o XNUMX mg / L di ClO 2(XNUMX mg / kg al giorno assumendo un peso corporeo di riferimento di XNUMX kg) per XNUMX settimane.  

Nessuno studio ha rilevato cambiamenti fisiologicamente rilevanti nella salute generale (osservazioni ed esame fisico), segni vitali (pressione sanguigna, frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e temperatura corporea), parametri chimici clinici del siero (inclusi livelli di glucosio, azoto urea e fosforo), fosfatasi alcalina e aspartato e alanina aminotransferasi), triiodotironina sierica (T3) e tiroxina (T4), né parametri ematologici (EPA, 2004).

Michael et al (XNUMX), Tuthill et al (XNUMX) e Kanitz et al (XNUMX) hanno esaminato gli effetti dell'acqua potabile disinfettata con ClO2. Michael et al (XNUMX) non hanno trovato anomalie significative nei parametri ematologici o nella chimica del siero. Tuthill e colleghi (XNUMX) hanno confrontato retrospettivamente i dati di morbilità e mortalità dei neonati in due comunità: una che utilizzava cloro e una che utilizzava ClO2per purificare l'acqua. Nel riesaminare questo studio, l'EPA non ha rilevato differenze tra queste comunità (US Department of Health and Human Service, XNUMX).  

Kanitz et al (XNUMX) hanno studiato le nascite in due ospedali italiani dove l'acqua era purificata con cloro o ClO2. Sebbene gli autori abbiano concluso che i bambini nati da madri che hanno consumato acqua potabile trattati con ClO2durante la gravidanza erano a maggior rischio di ittero neonatale, una riduzione della circonferenza della testa e della lunghezza del corpo, l'EPA ha scritto che variabili confuse impedivano la possibilità di trarre conclusioni da questo studio (US Department of Health and Human Service, XNUMX ).

La sopravvivenza non è risultata significativamente ridotta nei gruppi di ratti esposti al clorito (come il clorito di sodio) nell'acqua potabile per due anni a concentrazioni che hanno portato a dosi di clorito stimate fino a 81 mg / kg / die. 

In un altro studio, Kurokawa et al. (1986) hanno scoperto che la sopravvivenza non è stata influenzata negativamente nei ratti che ricevevano clorito di sodio nell'acqua potabile a concentrazioni che 

hanno dato luogo a dosi stimate di clorito fino a 32,1 mg / kg / giorno nei maschi e 40,9 mg / kg / giorno nelle femmine ”.

L'esposizione dei ratti al clorito di sodio fino a 85 settimane a concentrazioni risultanti in dosi stimate di clorito fino a 90 mg / kg / giorno non ha influenzato la sopravvivenza (Kurokawa et al. 1986). 

Secondo Lubbers et al 1981, non c'erano segni di effetti avversi sul fegato (valutati in test di chimica del siero) negli uomini adulti che hanno consumato ClO2 in soluzione acquosa, che corrispondeva ad una dose di circa 0,34 mg / kg o in altri uomini adulti che consumano circa 0,04 mg / kg / giorno per 12 settimane. Gli stessi ricercatori hanno somministrato clorito a uomini adulti sani e non hanno trovato prove di effetti avversi sul fegato dopo che ogni individuo ha consumato un totale di 1.000 mL di una soluzione contenente 2,4 mg / L di clorito (circa 0,068 mg / kg) in due. dosi (a distanza di 4 ore), o in altri uomini normali o con deficit di G6PD che hanno consumato circa 0,04 mg / kg / giorno per 12 settimane (Lubbers et al 1984a, 1984b).

Non sono stati osservati segni di compromissione della funzionalità epatica indotta da ClO.2 o dal clorito tra gli abitanti dei villaggi rurali che sono stati esposti per XNUMX settimane attraverso il ClO 2nell'acqua potabile a concentrazioni settimanali misurate da XNUMX a XNUMX mg / L (ClOXNUMX) o da XNUMX a XNUMX mg / L (clorito) (Michael et al XNUMX). In questo studio epidemiologico, i livelli di ClO 2 nell'acqua potabile prima e dopo il periodo di trattamento erano 2. Una settimana e due settimane dopo l'interruzione del trattamento, i livelli di clorito sono scesi rispettivamente a XNUMX e XNUMX mg / L.

Nel suo documento ufficiale intitolato "Manuale di biosicurezza di laboratorio" (pagina XNUMX), l'OMS (XNUMX) parla di ClO2:

 

"Biossido di cloro (ClO2) è un potente germicida, disinfettante e ossidante ad azione rapida che tende ad essere attivo in concentrazioni inferiori a quelle richieste nel caso della candeggina a base di cloro. La forma gassosa è instabile e si decompone in cloro gassoso (Cl2) e ossigeno gassoso (O2), producendo calore. Tuttavia, il ClO2 è solubile in acqua e stabile in soluzione acquosa.

Può essere ottenuto in due modi:

XNUMX) Per generazione in situ, mescolando due diversi componenti, acido cloridrico (HCl) e clorito di sodio (NaClO2), oppure

XNUMX) ordinando la forma stabilizzata, che viene attivata in laboratorio quando necessario.

ClOXNUMX è il più selettivo dei biocidi ossidanti. L'ozono e il cloro sono molto più reattivi del ClO2e sono consumati dalla maggior parte dei composti organici.  

Al contrario, ClO2Reagisce solo con composti di zolfo ridotti, ammine secondarie e terziarie e altri composti organici altamente ridotti e reattivi.  

Pertanto, con il ClO2, un residuo più stabile può essere ottenuto a dosi molto inferiori che quando si utilizza di cloro o ozono. Se generato correttamente, il ClO2, grazie alla sua selettività, può essere utilizzato più efficacemente dell'ozono o del cloro nei casi di maggiore carico di sostanza organica ”.

Sulla base della Strategia dell'OMS riguardo alla medicina tradizionale XNUMX-XNUMX (WHO XNUMX), che riconosce le pratiche relative alla medicina tradizionale, complementare e integrativa o "non convenzionale" come una parte importante dei servizi sanitari, con lo scopo di integrarli continuamente con i vari paesi membri firmatari di questa iniziativa, dichiariamo qui le potenzialità della soluzione acquosa di ClO2(Kalcker XNUMX) come potente biocida e quindi come alternativa sicura per combattere la SARS-CoVXNUMX. Il ClO 2 può combattere i virus attraverso il processo di ossidazione selettiva attraverso la denaturazione delle proteine ​​del capside e la successiva ossidazione del materiale genetico del virus, rendendolo inattivo. Poiché non è possibile l'adattamento del virus al processo di ossidazione, è impossibile che esso sviluppi resistenza al ClO 2. Quest'ultimo diventa un trattamento promettente per qualsiasi ceppo di virus.

Esistono prove scientifiche che ClO2 è efficace contro il coronavirus SARS-CoV-XNUMX e altri:

 

  • Wang et al. (2005) studieranno le condizioni di persistenza di SARS-CoV-2 in diversi ambienti e la sua completa disattivazione per effetto di ossidanti come ClO2;

 

  • Il Dipartimento di Microbiologia e Medicina dell'Università del New England ha studiato l'inattivazione dei rotavirus umani e delle scimmie (SA-11) da parte del ClO2. Gli esperimenti sono stati condotti a 4 ° C in un tampone standard di fosfato-carbonato.. Entrambi i virus sono stati rapidamente inattivati ​​in soli 20 secondi in condizioni alcaline, con concentrazioni di ClO2 comprese tra 0,05 e 0,2 mg / L (Chen & Vaughn 1990);

 

  • L'Università giapponese di Tottori ha valutato l'attività antivirale del ClO2 in soluzione acquosa e dell' ipoclorito di sodio contro virus influenzali umani, morbillo, virus della dystemperosi canina, herpesvirus umano, adenovirus umano, adenovirus canino, calicivirus felino e parvovirus canino; 
  • Il ClO2 A concentrazioni comprese tra 1 e 100 ppm, ha prodotto una potente attività antivirale, inattivando> o = 99,9% dei virus in soli 15 secondi di trattamento. L'attività antivirale del ClO2 è stata circa 10 volte superiore a quella di NaClO (Sanekata et al 2010). 
  • L'Università italiana di Parma ha effettuato studi sulla disattivazione di virus resistenti agli agenti ossidanti, come il virus Coxsackie, il virus dell'epatite A (HAV) e il calicivirus felino: i dati ottenuti dagli studi mostrano quanto segue: per la completa inattivazione di HAV e calicivirus felino sono necessarie concentrazioni> o = 0.6 mg / L. Test simili per Coxsackie B5 hanno dato gli stessi risultati. Tuttavia, per il calicivirus felino e l'HAV, a basse concentrazioni di disinfettante, occorrono circa 20 minuti per ottenere una riduzione del 99,99% della carica virale (Zoni et al 2007); 
  • L'Istituto di sanità pubblica e medicina ambientale di Tainjin, Cina, ha condotto uno studio per chiarire i meccanismi di inattivazione del virus dell'epatite A (HAV) attraverso l'uso di ClO2, e ha osservato la completa distruzione dell'antigenicità dopo 10 minuti di esposizione con 7,5 mg di ClO2 per litro (Li et al 2004); 
  • Il Dipartimento di Biologia dell'Università statale del Nuovo Mexico (USA) ha condotto uno studio sull'inattivazione del poliovirus con ClO2 e iodio. Ha concluso che il ClO2 inattivava il poliovirus reagendo con l'RNA virale e influenzando la capacità del genoma virale di agire come un modello per la sintesi dell'RNA (Alvarez ME & O'Brien RT 1982)
  • Taiko Pharmaceutical Co., Ltd., Seikacho, Kyoto, Giappone dimostra in questo studio che il gas ClO2 in concentrazioni estremamente basse, senza alcun effetto dannoso sulla salute umana, produce un forte effetto disattivante su batteri e virus, riducendo sensibilmente il numero di microbi vitali nell'aria in un centro chirurgico ospedaliero (Taiko Pharmaceutical 2016).
2.4. Tossicità

La tossicità LDXNUMX (indice di tossicità acuta) stabilita dal database tossicologico tedesco GESTIS per il ClOXNUMX è di XNUMX mg per chilogrammo per XNUMX giorni, quando l'equivalente in un adulto di XNUMX kg sarebbe XNUMX mg per XNUMX giorni (IFA XNUMX). Secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, il ClO2agisce rapidamente quando entra nel corpo umano. Il ClO 2si converte rapidamente in ioni cloruro, che a loro volta si scompongono in ioni cloruro. Il corpo utilizza questi ioni per molti scopi comuni. Questi ioni di cloruro lasciano il corpo in poche ore o giorni, principalmente attraverso l'urina (EPA XNUMX).

 

La tossicità a breve termine del ClO2 è stata valutato in studi sull'uomo dai gruppi di ricerca di Lubbers e collaboratori

Nel primo studio (Lubbers et al XNUMX; pubblicato anche come Lubbers et al XNUMX), un gruppo di XNUMX uomini adulti sani ha bevuto XNUMX mL (divisi in due porzioni da XNUMX mL, a XNUMX ore di distanza) di una soluzione di ClO.2XNUMX mg / L (XNUMX mg / kg, assumendo un peso corporeo di riferimento di XNUMX kg). Nel secondo studio (Lubbers et al XNUMXa), gruppi di XNUMX uomini adulti hanno ricevuto XNUMX mL di acqua distillata contenente XNUMX o XNUMX mg / kg-giorno di ClO 2(XNUMX mg / kg-giorno presumendo un peso corporeo di riferimento di XNUMX kg) per XNUMX settimane. Nessuno studio ha rilevato cambiamenti fisiologicamente rilevanti nella salute generale (osservazioni ed esame fisico), segni vitali (pressione sanguigna, frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e temperatura corporea), parametri chimici clinici del siero (inclusi livelli di glucosio, azoto urea e fosforo), fosfatasi alcalina e aspartato e alanina aminotransferasi), triiodotironina sierica (TXNUMX) e tiroxina (TXNUMX), né parametri ematologici (EPA XNUMX).

Ma et al (XNUMX) hanno valutato l'efficacia e la sicurezza di una soluzione acquosa di ClO2contenente XNUMX ppm. L'attività antimicrobica è stata del XNUMX% a concentrazioni comprese tra XNUMX e XNUMX ppm per batteri fungini e virus HXNUMXNXNUMX. In un test di tossicità per inalazione, XNUMX ppm di ClO 2durante le XNUMX ore non ha mostrato mortalità o anormalità nei sintomi clinici e / o nel funzionamento dei polmoni e di altri organi. Una concentrazione di CLO 2fino a XNUMX ppm nell'acqua potabile non ha mostrato alcuna tossicità orale subcronica.  

Taylor e Pfohl, 1985; Toth et al.1990), Orme et al.1985; Taylor e Pfohl, 1985; Mobley et al., 1990) hanno studiato la tossicità del biossido di cloro, in vari organi del corpo, a diversi stadi di sviluppo degli esemplari animali studiati e hanno riportato un livello minimo di effetti avversi osservati (LOAEL) per questi effetti di 14 mg kg -1 giorno-1 di biossido di cloro.

Mentre Orme, ed altri (1985) hanno identificato un "No Observed Adverse Effect Level" (NOAEL) di 3 mg kg-1 day-1. L'esperienza clinica dei medici latinoamericani, durante gli ultimi sei mesi, suggerisce che l'ingestione di 30 mg al giorno-1 di biossido di cloro sciolto in un litro d'acqua e bevuto durante dieci eventi durante la giornata come trattamento di successo per COVID-19, che è 6 volte inferiore alla dose NOAEL.

Pertanto, la revisione della letteratura conferma che l'uso di biossido di cloro ingerito alla dose di 0,50 mg kg-1 giorno-1 non rappresenta un rischio di tossicità per la salute umana per ingestione e rappresenta un trattamento molto efficace. plausibile per COVID-19.

3. Raccomandazioni, precauzioni e controindicazioni a seguito di esperienze mediche

A seguito di esperienze mediche, abbiamo formulato le seguenti raccomandazioni: 

  • Per generare biossido di cloro si consiglia la miscela di clorito di sodio (NaClO2) e un attivatore (acido cloridrico) o nella sua forma elettrolitica (quella ideale). Ciò che viene utilizzato per produrre CDS è il biossido di cloro saturo in acqua con pH neutro;
  • Si sconsiglia a chiunque di ingerire ipoclorito di sodio (NaClO) o qualsiasi altra sostanza chimica;
  • Non inalare a lungo e in modo massiccio il gas di biossido di cloro poiché può causare irritazione alla gola e difficoltà respiratorie. In piccole quantità per breve tempo è sicuro, come dimostrano gli studi del Dr. Norio Ogata;
  • Preferibilmente, non mescolare CDS con: caffè, alcool, bicarbonato, vitamina C, acido ascorbico, succo d'arancia, conservanti o integratori (antiossidanti). Sebbene di solito non interagiscano, possono neutralizzare l'efficacia del biossido di cloro;
  • Si consiglia di prendersi cura della propria alimentazione, sia nella qualità che nella quantità;
  • La prima raccomandazione dovrebbe essere: biossido di cloro (ClO2) deve essere somministrato su prescrizione medica e follow-up medico, l'autotrattamento non è promosso.

4. Fatti legali e diritti umani internazionali

I progressi e le scoperte scientifiche sono costanti e, nel campo della salute, il potervi accedere diventa essenziale e urgente per il personale sanitario e per i pazienti, essendo logico e obbligatorio tentare, per puro senso umanitario e secondo un rigore scientifico, la via di sostanze come il biossido di cloro (ClO2) , di cui è stata dimostrata l' efficacia e l'utilità. Nella storia della medicina, la supremazia del criterio dell '"appello compassionevole" sul criterio dell' "appello perfettamente contrastato" è stata costante.

Gli articoli XNUMX e XNUMX della Dichiarazione di Helsinki del XNUMX lo consentono quindi nel caso di "Intervento non provato»(INC),"Quando non vi sono interventi provati nella cura di un paziente o quando altri interventi noti sono stati inefficaci, il medico, dopo aver richiesto la consulenza di un esperto, con il consenso informato del paziente o di un rappresentante legale autorizzato, ha la facoltà di utilizzare interventi non provati se, secondo lui, questo dà qualche speranza di salvare vite, ripristinare la salute o alleviare le sofferenze ".

I medici, in conformità con la Dichiarazione di Ginevra del 1948, davanti ai pazienti la cui salute e vita sono in pericolo, hanno l'obbligo di utilizzare tutti i mezzi e i prodotti a loro disposizione, che offrano indicazioni di efficacia e a maggior ragione in caso di emergenza medica. Conformemente al dovere di fraternità e di aiuto umanitario non può essere limitato o negato l'uso di biossido di cloro (ClO2) tanto più che la sua tossicità è mai stata documentata; la sua efficacia e la sua sicurezza invece sono state dimostrate in studi e pratiche condotte in vari paesi .

Nella stessa misura gli Stati, le Istituzioni e le Organizzazioni non possono limitarne o impedirne l'uso a fronte delle evidenze cliniche esistenti, altrimenti violerebbero gli imegni assunti nei testi internazionali e nazionali, incorrendo nella violazione di diritti fondamentali quali il diritto alla vita e alla salute così come il diritto del paziente all'autodeterminazione, all'autonomia professionale e all'indipendenza clinica.

Conformemente a quanto sopra, l'esercizio della professione medica implica una vocazione al servizio dell'umanità, con la salute e la vita del paziente al centro del suo impegno e deve garantire il benessere dei dei cittadini, mettendo a loro disposizione le conoscenze mediche. entro un quadro di autonomia professionale e indipendenza clinica. Nel quadro giuridico attualmente esistente, pienamente applicabile, la professione medica deve avere libertà professionale senza interferenze nella cura e nel trattamento dei pazienti, con il prerogativa di utilizzare il suo giudizio professionale e la sua discrezione per prendere le necessarie decisioni cliniche ed etiche .

Ai medici viene conferito legalmente un alto grado di autonomia professionale e indipendenza clinica, in effetti possono formulare raccomandazioni basate sulla loro conoscenza ed esperienza, su prove cliniche e su comprensione olistica dei pazienti, su ciò che è meglio per loro senza un'indebita o inappropriata influenza esterna e possono adottare misure appropriate per garantire che vengano applicate modalità efficaci.

Ogni paziente ha il diritto di essere curato da un medico che sa essere libero di dare un parere clinico ed etico, senza alcuna interferenza esterna. Il paziente ha diritto all'autodeterminazione e di prendere liberamente decisioni in relazione alla sua persona. I pazienti , nel libero esercizio del loro diritto all'autonomia, hanno la facoltà di disporre del proprio corpo e le loro decisioni devono essere rispettate, dato che sono pienamente tutelati per evitare che terzi possano intervenire su di esso senza il loro consenso, e che devono essere adeguatamente informati sullo scopo, sulla natura sui rischi e sulle conseguenze di un intervento. 

Il diritto alla salute richiede che i governi rispettino gli obblighi assunti nei suddetti accordi, affinché i beni e i servizi sanitari siano disponibili in quantità sufficiente, siano di pubblico accesso e di buona qualità, in conformità con le disposizioni del Commento generale 14 del Comitato del Patto sui diritti economici, sociali e culturali.

Tutto questo è contemplato nelle disposizioni che si citano qui di seguito;

  • Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, del 10 dicembre 1948.
  • Dichiarazione americana dei diritti e dei doveri dell'uomo, Bogotá, 1948.
  • Convenzione americana sui diritti umani, San José (Costa Rica), dal 7 al 22 novembre 1969.
  • Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali del 16 dicembre 1966.
  • La Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali Roma del 4 novembre 1950.
  • Patto internazionale sui diritti civili e politici del 16 dicembre 1966.
  • Convenzione per la protezione dei diritti umani e della dignità dell'essere umano rispetto alle applicazioni della Biologia e della Medicina del 4 aprile 1997, Convenzione di Oviedo.
  • Codice Etico di Norimberga del 19 agosto 1947.
  • Dichiarazione di Ginevra del 1948.
  • Codice internazionale di etica medica dell'ottobre 1949.
  • Dichiarazione di Helsinki adottata dalla 18a Assemblea Medica Mondiale, 1964.
  • Rapporto Belmont del 18 aprile 1979.
  • 1981 Dichiarazione AAM di Lisbona sui diritti del paziente.
  • Dichiarazione della AMM sull'indipendenza e la libertà professionale del medico del 1986.
  • Dichiarazione di Madrid dell'AMM sull'autonomia e l'autoregolamentazione professionale del 1987.
  • Dichiarazione AAM di Seoul sull'autonomia professionale e l'indipendenza clinica 2008.
  • Dichiarazione di Madrid dell'AMM sulla regolamentazione professionale del 2009.
  • Dichiarazione AAM sulla relazione tra diritto ed etica, 2003.
  • Dichiarazione universale dell'UNESCO su bioetica e i diritti umani di 2005.
  • Regolamento sanitario internazionale del 2005.

Il Patto internazionale sui diritti economici, sociali e culturali del XNUMX dicembre XNUMX, firmato dall'Ecuador il XNUMX giugno XNUMX e ratificato l'XNUMX giugno XNUMX, riconosce il diritto di tutti al godimento del più alto livello possibile di salute fisico e mentale; artºXNUMX "XNUMX. Gli Stati parti del presente Patto riconoscono il diritto di tutti al godimento del più alto livello possibile di salute fisica e mentale ".e il dovere di tutelare questo diritto da parte dello Stato attraverso un sistema sanitario globale, a disposizione di tutti, senza discriminazioni ed economicamente accessibile, articolo XNUMX:

1."Ciascuno degli Stati parti del presente Patto si impegna ad adottare misure, sia separatamente che attraverso l'assistenza e la cooperazione internazionale, soprattutto economiche e tecniche, al massimo delle risorse a sua disposizione, per conseguire progressivamente, da parte di tutti i mezzi adeguati, compresa in particolare l'adozione di provvedimenti legislativi, la piena realizzazione dei diritti qui riconosciuti. "

Il Codice Internazionale di Etica Medica dell'ottobre 1949, affinché gli articoli 36 e 59 del testo di riferimento, tra gli altri, entrino in vigore;

Articolo 36 del Capitolo VII relativo all'assistenza medica alla fine della vita.

"XNUMX. Il medico ha il dovere di cercare di curare o migliorare la salute del paziente, quando possibile. Quando non è più possibile resta l'obbligo di applicare le misure adeguate per il raggiungimento del suo benessere, anche se ciò può comportare un accorciamento della vita.

XNUMX. Il medico non deve intraprendere o proseguire, in modo inutile o ostinato, azioni diagnostiche o terapeutiche dannose per il paziente, senza speranza di beneficio. Dovrebbe sospendere, modificare o rinunciare ad iniziare un trattamento quando la prognosi limitata lo suggerisce. I test diagnostici e le misure terapeutiche e di supporto devono essere adattati alla situazione clinica del paziente. Deve evitare la futilità, sia quantitativa che qualitativa.

XNUMX. Il medico, dopo adeguata informazione al paziente, deve tener conto della sua volontà di rifiutare qualsiasi procedura, compresi i trattamenti volti al prolungamento della vita.

XNUMX. Quando le condizioni del paziente non gli consentono di prendere decisioni, il medico deve tenere in considerazione, in ordine di preferenza, le indicazioni precedentemente fornite dal paziente, le istruzioni precedenti e il parere del paziente nella voce dei suoi rappresentanti. È dovere del medico collaborare con le persone la cui missione è garantire il rispetto dei desideri del paziente "

- Articolo 59 del Capitolo XIV relativo alla ricerca medica;

"XNUMX.La ricerca medica è necessaria per il progresso della medicina, essendo un bene sociale che deve essere promosso e incoraggiato. La ricerca sugli esseri umani deve essere condotta quando il progresso scientifico non è possibile con altri mezzi alternativi di efficacia comparabile o in quelle fasi della ricerca in cui indispensabile.

2.Il medico ricercatore deve adottare tutte le precauzioni possibili per preservare l'integrità fisica e mentale dei soggetti di ricerca. È necessario prestare particolare attenzione nel proteggere le persone appartenenti a gruppi vulnerabili. Il bene dell'essere umano che partecipa alla ricerca biomedica deve prevalere sugli interessi della società e della scienza.

3.- Il rispetto per il soggetto di ricerca è il principio ispiratore della stessa. Deve sempre essere ottenuto il suo consenso esplicito. Le informazioni devono contenere, almeno dichiarazioni su: la natura e lo scopo della ricerca, gli obiettivi, i metodi, i benefici attesi, nonché i potenziali rischi e disagi possibili. Deve anche essere informato del suo diritto di non partecipare

o ritirarsi liberamente in qualsiasi momento durante l'indagine, senza che la sua rinuncia lo danneggi.

4.- Il medico ricercatore ha il dovere di pubblicare i risultati delle proprie ricerche attraverso i normali canali di divulgazione scientifica, siano essi favorevoli o meno. Non è etico manipolare o nascondere i dati, sia per vantaggi personali o di gruppo, sia per ragioni ideologiche ".

LaDichiarazione AAM di Lisbona sui diritti del pazienteIl XNUMX,""Ogni paziente ha il diritto di essere curato da un medico che sa essere libero di dare un parere clinico ed etico, senza alcuna interferenza esterna. 

Il paziente ha diritto all'autodeterminazione e di prendere decisioni liberamente in relazione alla sua persona. Il medico informerà il paziente delle conseguenze della sua decisione.

Il paziente adulto mentalmente competente ha il diritto di dare o negare il suo consenso per qualsiasi esame, diagnosi o terapia. Il paziente ha diritto alle informazioni necessarie per prendere le sue decisioni. Il paziente deve capire chiaramente qual' è lo scopo di qualsiasi esame o trattamento e quali sono le conseguenze del suo mancato consenso "

La Dichiarazione dell'AMM sull'indipendenza e la libertà professionale del medico del 1986, secondo la quale; "I medici devono godere di una libertà professionale che consenta loro di prendersi cura dei propri pazienti senza interferenze. 

Il privilegio del medico di usare il suo giudizio professionale e la sua discrezione per prendere le decisioni cliniche ed etiche necessarie per la cura e il trattamento dei suoi pazienti deve essere sostenuto e difeso. Garantendo l'indipendenza e la libertà professionale per il medico di esercitare la medicina, la comunità assicura la migliore assistenza medica per i suoi cittadini, che a sua volta contribuisce a una società forte e sicura ".

La Dichiarazione AAM di Madrid del XNUMX sulla regolamentazione professionale riafferma la Dichiarazione di Seoul sull'autonomia professionale e l'indipendenza clinica dei medici conferendo"Ai medici (...) un alto grado di autonomia professionale e indipendenza clinica, in modo che possano formulare raccomandazioni basate sulla loro conoscenza ed esperienza, prove cliniche e comprensione olistica dei pazienti, compreso ciò che è meglio per loro senza un'influenza esterna indebita o inappropriata . "

I principi universali che permeano tutte le normative devono ottemperare al rispetto delle leggi umanitarie innate nell'inconscio collettivo, come afferma la massima del giuramento di Ippocrate "MANTENERE il massimo rispetto per la vita umana fin dai suoi inizi, anche sotto minaccia, e non usare la conoscenza medica contro le leggi dell'umanità.

 

I valori etici hanno il primato sulla limitazione delle disposizioni legali, come è ben riconosciuto dalla Dichiarazione AAM sul rapporto tra legge ed etica del XNUMX, che prevede "Quando la legislazione e l'etica medica sono in conflitto, i medici dovrebbero provare a cambiare la legislazione. Se questo conflitto si verifica, le responsabilità etiche prevalgono sugli obblighi legali".

Quando un paziente, di fronte a una malattia, cerca sollievo o tenta di salvarsi la vita e chiede di provare un'opzione terapeutica di cui ci sono indicazioni di utilità, come il biossido di cloro (ClOXNUMX), è dovere del medico sostenere il paziente, acquisire conoscenze, fare studi , e diffonderli in conformità con l'articolo XNUMX della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo del XNUMX, e in modo che tutti traggano vantaggio dal progresso scientifico, le informazioni devono essere condivise liberamente in modo che siano diffuse in tutti i paesi senza restrizioni "Ognuno ha il diritto di prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità, di godere delle arti e di partecipare al progresso scientifico e ai benefici che ne derivano ".

5. Considerazioni finali

In considerazione del momento storico che tutta l'umanità deve affrontare con la pandemia di Coronavirus e dell'urgenza di salvare vite umane, condiderando i recenti eventi legati al trattamento del COVID-19 in campo medico e accademico e soprattutto l'oggetto di questo documento, che è quello di fornire alle autorità informazioni corrette sul biossido di cloro per un uso umano corretto e sicuro, alcune questioni fondamentali relative ai diritti umani e alla pratica medica meritano di essere prese in considerazione per la riflessione:

 

  • L'adesione a qualsiasi trattamento dipende dall'accordo e dalla tacita collaborazione tra le parti: il medico e i pazienti (o il loro tutore quando si trovano in condizioni particolari che non consentono una scelta consapevole dell'intervento medico, ad esempio situazioni di perdita di memoria , incoscienza indotta o da trauma, nel caso di bambini). Questo accordo viene concordato liberamente e spontaneamente;
  • In base alla sua esperienza clinica, il medico è libero di prescrivere ciò che ritiene opportuno per il paziente, comunicando sempre il modo corretto di utilizzare un medicinale, i possibili benefici e rischi di un intervento terapeutico. D'altra parte, il paziente, sulla base delle spiegazioni fornite, delle convinzioni personali e delle informazioni aggiuntive, ha anche la libertà di accettare o meno qualsiasi forma di trattamento indicato;
  • La pratica medica dovrebbe sempre essere basata, se possibile, su dati scientifici che supportano i comportamenti diagnostici e terapeutici utilizzati. Tuttavia, in situazioni in cui le prove scientifiche non sono disponibili o non sono affidabili, spetta al medico utilizzare le proprie conoscenze, esperienze precedenti e buon senso per condurre la situazione clinica nel modo che sembra più appropriato. In questo caso, è importante che il medico chieda al paziente di firmare un Termine di consenso informato e gratuito (TCLI). Per questa condotta, il Dottore si basa sulla Dichiarazione di Helsinki (Articolo 37) che ci dice: "Nel trattamento di un singolo paziente, quando è stabilito che non ci sono stati interventi o altri interventi noti per essere stati inefficaci, il medico, dopo aver richiesto la consulenza di un esperto, con il consenso informato del paziente o di un rappresentante autorizzato, può utilizzare un intervento non provato se, a suo giudizio, offre speranza di salvare vite, ripristinare la salute o alleviare la sofferenza. Questo intervento dovrebbe essere studiato affinchè la sua efficacia e la sua sicurezza possano essere valutate. In tutti i casi, le nuove informazioni dovrebbero venir registrarte e, se del caso, essere messe a disposizione del pubblico ”;
  • Rispettando i suddetti aspetti, non possiamo sottovalutare il fatto che non ci sono sufficienti evidenze nella letteratura scientifica che indichi l'uso di SCD per la profilassi o il trattamento eziologico di casi COVID-19 di qualsiasi gravità, quando osserviamo, ad esempio , la relazione tecnica dei medici AEMEMI sull'efficacia del 97% del trattamento di pazienti con COVID-19 in 4 giorni a Guayaquil / Ecuador (AEMEMI 2020). Vale la pena ricordare che finora l'unico gruppo di ricerca al mondo che intende effettuare uno studio epidemiologico multicentrico internazionale è registrato con il numero NCT043742 presso la Biblioteca Nazionale di Medicina / Istituto Nazionale di Salute degli Stati Uniti, in Dr. Eduardo Insignares Carrione (Fundación Génesis) e dal titolo "Determinazione dell'efficacia del biossido di cloro orale nel trattamento del COVID-19" (https://clinicaltrials.gov/ct2/show/study/NCT04343742) e finora non può iniziare il suo lavoro perché le istituzioni di regolamentazione stanno facendo questa confusione nella traduzione del sapere, pensando che il biossido di cloro sia tossico;
  • Nel caso specifico di ClO2, le informazioni attualmente disponibili e i test clinici indicano l'efficacia di questa sostanza contro il coronavirus (AEMEMI 2020).

In sintesi:

In considerazione di quanto sopra, sulla base delle prove qui presentate con evidente esperienza da parte di Scienziati e Professionisti della Salute, già ben dimostrate in articoli scientifici pubblicati, si consiglia l'utilizzo della soluzione di biossido di cloro (CDS ), come standardizzato da Andreas Ludwig Kalcker (2017), debitamente diluito, e rispettando dunque le dosi sicure da quanto già noto da studi di tossicità, che, secondo segnalazioni di medici di diversi paesi, si è dimostrato sicuro per il consumo umano ed efficace anche contro il COVID-19 se consumato correttamente in protocolli standardizzati a livello internazionale.

Come esempio dell'uso consapevole e compassionevole del biossido di cloro (ClO2), possiamo citare lo Stato Plurinazionale della Bolivia; dopo un prolungato processo di dibattito e risoluzione nell'ambito dell'esercizio dei diritti umani e nel quadro della Legge di partecipazione e controllo sociale, la popolazione ha citato in giudizio attraverso i suoi rappresentanti dell'assemblea dipartimentale e nazionale la Legge affinchè consentisse l'autorizzazione alla produzione, della distribuzione con controllo di qualità e dell' uso compassionevole del Biossido di Cloro.

Ad oggi (13 settembre 2020) sono in corso 4 leggi dipartimentali e 1 leggi nazionali; A La Paz, sede del governo, la legge è stata promulgata il 9 settembre 2020.

6. Riferimenti

  1. AEMEMI - Associazione ecuadoriana di medici esperti in medicina integrativa.Biossido cloro, una terapiaia efficace per il trattamento del SARS-COV2 (COVID-19). Maggio, 2020
  2. Akamatsu et al.Studio di sei mesi sulla tossicità per inalazione di gas di biossido di cloro a basso livello con periodo di recupero di due settimane nei ratti.J Occup Med Toxicol. 2012; 7: 2.
  3. Alvarez ME e O'Brien RT.Meccanismi di inattivazione del poliovirus da parte del biossido di cloro e dello iodio. Microbiologia applicata e ambientale: Vol. 44, pp. 1064-1071, 1982 Disponibile a: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC242149/pdf/aem00180-0060.pdf.
  4. Associazione medica mondiale.Dichiarazione di Helsinki. 64a Assemblea Generale, 2013.
  5. Brosz M, Kuhne FW, Blaszkiewitz K, Isensee T.Brevetto o uso di varie sostanze tra cui il clorito di sodio per il trattamento dell'asma allergico, della rinite allergica e della dermatite atopica. Brevetto USA 8435568 B2 Data: 7/5/2013. Link diretto per i brevetti di Google: http://goo.gl/AEBndF. Consultato il 20.05.2020.
  6. Chen YS e Vaughn JM.Inattivazione dei rotavirus umani e delle scimmie da parte del biossido di cloro. Microbiologia applicata e ambientale, maggio 1990, pp. 1363-1366.
  7. Daniel et al.Studi comparativi di tossicità subcronica di tre disinfettanti. J. Am. Water Works Assn. 1990; 82: 61–69.
  8. Estrela C et al.Meccanismo d'azione dell'ipoclorito di sodio. Giornale dentale brasiliano, 13 (2), 113-117, 2002.
  9. Food and Drug Administration.Rilascio della FDA - Aggiornamento del Coronavirus (COVID-19): la FDA avverte le società che commercializzano prodotti pericolosi a base di biossido di cloro che pretendono di trattare o prevenire COVID-19. Disponibili in: https://www.fda.gov/news-events/press-announcements/actualizacion-del-coronavirus-covid-19-la-fda-advierte-empresa-que-comercializa-productos-peligrosos. Accesso: 24.07.2020.
  10. Fridliand AS e Kagan GZ.Dati sperimentali per la convalida delle concentrazioni residue di biossido di cloro nell'acqua potabile. Gig Sanit: Nov; 36 (11): 18-21, 1971.
  11. Fukuzaki S.Meccanismi di azione dell'ipoclorito di sodio nei processi di pulizia e disinfezione. Biocontrol Science, 11 (4), 147-157, 2006.
  12. Haag HB.L'effetto sui ratti della somministrazione cronica di clorito di sodio e biossido di cloro nell'acqua potabile. Rapporto al Mathieson Alkali Works dell'HB Haag del Medical College of Virginia, 1949 Disponibile su:http://www.epa.gov/iris/subst/0496.htm>. Accesso: 06.06.2020.
  13. Haller JF e Northgraves WW.Biossido di cloro e sicurezza. TAPPI 38: 199-202, 1955.
  14. Howard A.Brevetto su un metodo di composizioni per il trattamento di tumori cancerosi.Disponibili in: https://patentimages.storage.googleapis.com/81/c6/fb/1bd9842e82e566/US10463690.pdf.Consultato il XNUMX.

  15. Istituto per la sicurezza e la salute sul lavoro della Gernn Social Accident Insurance (IFA).Database delle sostanze GESTIS: soluzione di biossido di cloro. Disponibili in:http://gestis.itrust.de/nxt/gateway.dll/gestis_en/000000.xml?f=templates&fn=default.htm&vid=gestiseng: sdbeng>. Accesso: XNUMX/XNUMX/XNUMX

  16. Jui-Wen Ma e Bin-Syuan Huang.Valutazione dell'efficacia e della sicurezza di una soluzione di biossido di cloro. Int J Environ Res Public Health XNUMX Marc XNUMX; XNUMX (XNUMX): XNUMX. DOI: XNUMX / ijerphXNUMX.

  17. Kalcker AL e Valladares H.Biossido di Cloro per Coronavirus: un approccio rivoluzionario, semplice ed efficace. DOI: XNUMX / RG.XNUMX Licenza CC BY-NC-SA XNUMX Progetto: Studio della tossicità del biossido di cloro in soluzione (CDS) ingerito per via orale. Disponibile in:http://mkilani.com/files/chlorine-dioxide-for-coronavirus-1.pdf.> Consultato il: XNUMX.

  18. Kalcker AL.Composizione farmaceutica per il trattamento dell'intossicazione acuta. XNUMXa ISBN: XNUMX, numero: WOXNUMXAXNUMX. Disponibile in: https://patents.google.com/patent/WO2018185348A1/en?inventor=kalcker&oq=kalcker>. Consultato il XNUMX.

  19. Kalcker AL.Composizione farmaceutica per il trattamento di malattie infettive. XNUMXb ISBN: XNUMX, numero: WOXNUMXAXNUMX. Disponibile in: https://patents.google.com/patent/WO2018185346A1/en?inventor=kalcker&oq=kalcker>. Consultato il XNUMX.

  20. Kalcker AL.Composizione farmaceutica per il trattamento delle infiammazioni interne. XNUMXc ISBN: XNUMX, numero: WOXNUMXAXNUMX. Disponibile in: https://www.solumium.com/solumium/?lang=enhttps://patents.google.com/patent/WO2018185347A1/en?inventor=kalcker&oq=kalcker>. Consultato il XNUMX.

  21. Kalcker AL.Rapporto di una serie di esperimenti: applicazioni del biossido di cloro come ingrediente farmaceutico attivo. Documenti personali, XNUMX.

  22. Kalcker AL.Risultati dei test con CDS.Disponible en: //lbry.tv/@Kalcker:XNUMX/XNUMX-Covid-XNUMX-Recuperados-Con-Cds--Aememi-XNUMX: XNUMX ">https://lbry.tv/@Kalcker: XNUMX/XNUMX-Covid-XNUMX-Recovered-With-Cds - Aememi-XNUMX: XNUMX. Consultato il: XNUMX/XNUMX/XNUMX.

  23. Kalcker LA, XNUMX.Brevetto sulla composizione farmaceutica per il trattamento dell'avvelenamento acuto. ISBN: XNUMX, numero: WOXNUMXAXNUMX. Disponibile in: https://patents.google.com/patent/WO2018185348A1/en?inventor=kalcker&oq=kalcker>. Consultato il XNUMX.

  24. Kalcker LA, XNUMX.Brevetto su una composizione farmaceutica per il trattamento di malattie infettive. ISBN: XNUMX, numero: WOXNUMXAXNUMX. Disponibile in: https://patents.google.com/patent/WO2018185346A1/en?inventor=kalcker&oq=kalcker>. Consultato il XNUMX.

  25. Kanitz S et al.Associazione tra la disinfezione dell' acqua potabile e parametri somatici alla nascita. Prospettiva della salute dell'ambiente XNUMX (XNUMX): XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  26. Contro Krogulec T.Brevetto su una soluzione stabilizzata di biossido di cloro da utilizzare come biocida universale: sostanze chimiche destinate a distruggere, neutralizzare, prevenire l'azione di qualsiasi organismo considerato dannoso per l'uomo. Brevetto USA XNUMX XNUMX AXNUMX Data: XNUMX/XNUMX/XNUMX. Link diretto per i brevetti di Google: http://goo.gl/RAUFWe. Consultato il XNUMX.

  27. Kross RD e Scheer DI.Brevetto sull'uso del biossido di cloro per la disinfezione o sterilizzazione di componenti essenzialmente del sangue (globuli, proteine ​​del sangue, ecc.). La composizione è formata dall'aggiunta di un composto che rilascia biossido di cloro come acido organico debole. Brevetto USA XNUMX A, Data: XNUMX/XNUMX/XNUMX. Link diretto per i brevetti di Google: . Consultato il XNUMX.

  28. Kross RD, XNUMX.Brevetto relativo all'uso del biossido di cloro per il controllo di un'ampia gamma di malattie infettive in acquacoltura, compreso il trattamento di animali acquatici infettati da patogeni associati a malattie infettive. Animali acquatici infettati da un agente patogeno trattati per contatto con una quantità terapeutica efficace di biossido di cloro.Brevetto WO XNUMX AXNUMX Data: XNUMX/XNUMX/XNUMX. Link diretto per i brevetti di Google: http://goo.gl/RyszsQ.

  29. Kross RD.Brevetto sull'uso del biossido di cloro per la prevenzione e il trattamento delle infezioni batteriche, comprese le mastiti, nella mammella dei mammiferi. Le composizioni includono biossido di cloro in una quantità compresa tra XNUMX ppm e XNUMX ppm. Brevetto USA XNUMX A Data: XNUMX/XNUMX/XNUMX. Link diretto per i brevetti di Google: http://goo.gl/emKbrx. Consultato il XNUMX.

  30. Kuehne FW.Brevetto che si occupa dell'utilizzo della soluzione a matrice di isotoni cloriti per il trattamento dei tumori.Link diretto per i brevetti di Google: https://patents.google.com/patent/DE3515748A1/en. Consultato il XNUMX.

  31. Kuehne FW.Brevetto relativo a un metodo per promuovere la rigenerazione del midollo cellulare. Link diretto per i brevetti di Google: https://patents.google.com/patent/US4851222A/en. Consultato il XNUMX.

  32. Kuhne FW.Brevetto sull'uso del biossido di cloro per il trattamento parenterale (endovenoso) delle infezioni da HIV. Lo scopo del presente trattamento è fornire un agente che inattiva il virus HIV nel sangue senza avere un'influenza deleteria sul corpo del paziente. Brevetto USA XNUMX A Data: XNUMX/XNUMX/XNUMX. Link diretto per i brevetti di Google:http://goo.gl/LJTbo8>. Consultato il XNUMX.

  33. Kullai-Kály K et al.Il biossido di cloro può prevenire la diffusione del coronavirus o di altre infezioni virali? Ipotesi mediche. Physiology International, XNUMX, DOI: XNUMX / XNUMX.

  34. Kurokawa Y et al.Test di cancerogenicità in vivo a lungo termine di bromato di potassio, ipoclorito di sodio e clorito di sodio condotti in Giappone. Environ Health Perspect XNUMX: XNUMX, XNUMX.

  35. Laso F.Brevetto che si occupa di un metodo per combattere l'amebiasi nell'uomo.Brevetto degli Stati Uniti n. XNUMX, ottobre XNUMX. Disponibile su: https://andreaskalcker.com/pt-br/documentos-cientificos/. Consultato il XNUMX.

  36. Laso F.Brevetto relativo a una preparazione e metodo per il trattamento delle ustioni.Brevetto degli Stati Uniti n. XNUMX, marzo XNUMX. Disponibile su: https://andreaskalcker.com/pt-br/documentos-cientificos/Consultato il XNUMX.

  37. Li JWet al. Meccanismi di inattivazione del virus dell'epatite A nell'acqua da parte del biossido di cloro.Ris. Acqua; XNUMX marzo (XNUMX): XNUMX-XNUMX, XNUMX Disponibile su:https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15016528>. Consultato il XNUMX.

  38. Lubbers JR e Bianchine JR.Effetti dell'aumento acuto della somministrazione della dose di biossido di cloro, clorato e clorito a volontari maschi adulti sani normali. J Environ Pathol Toxicol XNUMX (XNUMX-XNUMX): XNUMX-XNUMX, XNUMXc.

  39. Lubbers JR et al.Valutazioni cliniche controllate del biossido di cloro, clorito e clorato nell'uomo.Prospettive di salute ambientale. Vol.XNUMX, pp. XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  40. Lubbers JR et al.Gli effetti della somministrazione cronica di biossido di cloro, clorito e clorato a volontari maschi adulti sani normali. J Environ Pathol Toxicol Oncol XNUMX (XNUMX): XNUMX-XNUMX, XNUMXa.

  41. Lubbers JR et al.Gli effetti della somministrazione cronica di clorito a volontari maschi adulti sani con deficit di glucosio-XNUMX-fosfato deidrogenasi. J Environ Pathol Toxicol Oncol XNUMX-XNUMX (XNUMX): XNUMX-XNUMX, XNUMXb.

  42. McGrath MS.Brevetto che si occupa del l' usoel s cloritoodato per el trattamento di dolenceneurodegenerative come sclerosi laterale amiotrofica (SLA), malattia Alzheimer (AD) o sclerosimultipla (EM). Brevetto USA 8029826 B2 Data: 04/10/2011. Brevetto sostenuto dal governo degli Stati Uniti, dove il governo stesso può avere diritti su di esso. Link diretto per il brevetto di Google: http://goo.gl/HCPxC7 27

  43. Medina-Ramon M et al.Asma, bronchite cronica ed esposizione ad agenti irritanti nella pulizia domestica professionale: uno studio caso-controllo annidato. Medicina del lavoro e ambientale, 62 (9), 598-606, 2005.

  44. Michael GE et al.Disinfezione dell'acqua con biossido di cloro: uno studio epidemiologico prospettico. Arch Environ Health XNUMX: XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  45. Mohammadi Z.Ipoclorito di sodio in endodonzia: una revisione aggiornata. International Dental Journal, XNUMX (XNUMX), XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  46. Noszticzius Z et al.Il biossido di cloro è un agente antimicrobico selettivo per dimensione. PLoSONE XNUMX (XNUMX): eXNUMX. doi: XNUMX / journal.pone.XNUMX. XNUMX.Disponibile presso:https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3818415/pdf/pone.0079157.pdf>. Consultato il XNUMX.

  47. Noszticzius Z et al.Dimostrazione che il biossido di cloro è un agente antimicrobico selettivo per dimensione e che il ClOXNUMX ad elevata purezza può essere utilizzato come antisettico locale. Questo lavoro è stato supportato da OTKA Grant XNUMX.

  48. Ogata N e Shibata T.Effetto protettivo del gas diossido di cloro a bassa concentrazione contro l'infezione da virus dell'influenza A.. Journal of General Virology: XNUMX, XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  49. Ogata N. e Taketa-shi O.Gas di biossido di cloro per uso nel trattamento dell'infezione da virus respiratori. Brevetto EPXNUMXBXNUMX. Questa procedura brevettata da Taiko Pharmaceutical viene utilizzata per eliminare i coronavirus e altri virus, questo processo serve anche per curare le infezioni da coronavirus nelle persone, oltre ad eliminare i virus da ambienti ospedalieri o stanze allagate con biossido di cloro, tutto questo è anche applicabile nella formaanon tossico. Link diretto per il brevetto: https://patents.google.com/patent/EP1955719B1/en.

  50. Ogata N.Denaturazione delle proteine ​​mediante biossido di cloro: modificazione ossidativa dei residui di triptofano e tirosina. Biochimica XNUMX, XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  51. Organizzazione mondiale della sanità.Manuale di biosicurezza del laboratorio. XNUMXa edizione, XNUMX.

  52. Organizzazione mondiale della sanità. Strategia dell'OMS sulla medicina tradizionale XNUMX-XNUMX, XNUMX, disponibile su:https://apps.who.int/iris/handle/10665/95008>. Consultato il XNUMX.

  53. Peck B et al.Spettro di tossicità dell'ipoclorito di sodio nell'uomo - anche una preoccupazione per i nefrologi. NDT plus, XNUMX (XNUMX), XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  54. Racioppi F et al.Candeggine per uso domestico a base di ipoclorito di sodio: revisione della tossicologia acuta e dell'esperienza del centro antiveleni. Tossicologia alimentare e chimica, XNUMX (XNUMX), XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  55. Ratcliff PA.Brevetto su un metodo per trattare l'epitelio degli orifizi del corpo con biossido di cloro e un composto di fosfato. Disponibile in:https://mega.nz/fm>. Consultato il XNUMX.

  56. Sanekata T et al.Valutazione dell'attività antivirale del biossido di cloro e dell'ipoclorito di sodio contro il calicivirus felino, il virus dell'influenza umana, il morbillo, il virus del cimurro canino, l'herpesvirus umano, l'adenovirus umano, l'adenovirus canino e il parvovirus canino. Biocontrol Sci XNUMX/XNUMX: XNUMX-XNUMX, XNUMX. DOI: XNUMX / bio.XNUMX.

  57. Tuthill RW et al.Effetti sulla salute di neonati dopo l'esposizione prenatale ad acqua potabile disinfettata con ClOXNUMX. Environ Health Perspect XNUMX: XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  58. United Department of Health and Human services. Servizio sanitario pubblico. Agenzia per le sostanze tossiche e registro delle malattie.Profilo tossicologico per biossido di cloro e clorito. XNUMX.

  59. Agenzia per la protezione dell'ambiente degli Stati Uniti (EPA). Manuale di orientamento sui Disinfettanti e ossidanti alternativi.Biossido di cloro.Registrazione EPA. XNUMX.

  60. Wang XWet al. Studio sulla resistenza del coronavirus associato alla sindrome respiratoria acuta grave.Metodi J Virol: XNUMX (XNUMX-XNUMX): XNUMX-XNUMX, XNUMX.

  61. Organizzazione mondiale della Sanità.Linee guida per la qualità dell'acqua potabile. Seconda edizione, Addendum - Agenti microbiologici nell'acqua potabile, XNUMX Disponibile su:https://books.google.com.br/books?hl=pt-BR&lr=&id=tDLdvJQAgmAC&oi=fnd&pg=PR5&dq=Guidelines+for+Drinking-water+Quality,+World+Health+Organization,+pg+140&ots=f_Q436_I3F&sig=HescVi5DXcwfNJTZMECPTVaUoWA#v=onepage&q&f=false> Accedido en: 28/05/2020.

  62. Zoni Ret al. Indagine sull'attività virucida del biossido di cloro: dati sperimentali su calicivirus felino, HAV e Coxsackie BXNUMX.J Prev Med Hyg.: 48(3):91-5, 2007.

 

Ringraziamenti speciali:

 

Andreas Ludwig Kalcker e Helena Valladares dell'Associazione Liechtenstein per la scienza e la salute, Ginevra / Svizzera per aver condiviso i dati tecnico scientifici necessari per comporre questo dossier.

Medici e ricercatori che contribuiscono alla stesura di questo documento.

7. Allegati: rapporto sull'esperienza, il caso della Bolivia

Contesto

La Sorveglianza Epidemiologica attivata nel Paese per COVID-19, determina l'intervento del sistema sanitario nei casi sospetti e confermati; l'atteggiamento della popolazione è generalmente quello di recarsi in una struttura sanitaria in una fase avanzata con poche possibilità di guarigione; considerando che abbiamo un ciclo di malattia e trasmissibilità di circa 14 giorni, lo fa più o meno 4 giorni dopo la comparsa dei sintomi. Inoltre la mancanza di mezzi di diagnosi e cura per le fasi iniziali della malattia, la mancanza di esami di laboratorio, sommate alle difficoltà di accesso geografico, hanno determinato le poche o nulle probabilità di attenzione preventiva, primaria, secondaria e trattamento coerente, con diagnosi precoce e contenimento adeguato.

Questo antecedente epidemiologico ha portato un gruppo di professionisti sanitari indipendenti a sensibilizzarsi e contribuire efficacemente ad attenuare la trasmissibilità della SARS-CoVXNUMX, adattandosi alle capacità del contesto e risalendo ad esperienze di professionisti medici con il biossido di cloro, che risalgono a più di XNUMX anni fa, affrontando così su tutto il territorio nazionale patologie acute e croniche; A questi professionisti viene fornita la soluzione CDS e, informati i pazienti sulle proprietà e sui benefici, ricevono il consenso informato delle persone interessate, le quali acconsentano volontariamente alla somministrazione di questa alternativa non contemplata nel bagaglio dei medicinali suggerita dal Ministero degli Salute, il cui stesso organo direttivo fa riferimento, "....

L'indicazione terapeutica deve considerare, in ogni momento, il rischio / beneficio della prescrizione dei suddetti farmaci. Le possibili strategie farmacologiche fino ad oggi proposte si basano su studi conbasso livello di evidenza, dove la fiducia nel'effetto atteso è limitato, quindi l' efficacia reale potrebbe essere di molto inferiore rispetto a quella previstada cui non può che conseguire un grado di raccomandazione debole(raccomandazioni degli esperti). " (Pagina XNUMX, MINISTERO DELLA SALUTE, STATO PLURINAZIONALE DELLA BOLIVIA, GUIDA PER LA GESTIONE DEL COVID-XNUMX, MAGGIO XNUMX). Con questa certezza ha inizio legalmente la somministrazione di biossido di cloro in pazienti COVID-XNUMX sospetti e confermati . 

Sono previsti due scenari per il rilevamento e il contenimento nello Stato Plurinazionale della Bolivia. Si tratta innanzitutto del rastrellamento casa per casa per ascoltare, informare e sensibilizzare le persone sull'importanza di bloccare la trasmissibilità della malattia

nelle famiglie e nelle comunità, dove non ci sono le condizioni per confermare cure e diagnosi e ancor meno le condizioni basilari per applicare le azioni consigliate di lavarsi le mani e dell'uso della mascherina (in luoghi remoti del paese dove vi è reale precarietà), sebbene vi sia una tendenza della popolazione a conformarsi a queste norme di convivenza.

L'altro scenario in cui è stato possibile documentare il trattamento con il Biossido di Cloro ha avuto il supporto dei servizi (Laboratorio e CAT) per la diagnosi e la cura. In entrambi gli scenari, l'informazione volontaria e la decisione di firmare il consenso informato sono state rispettate. (ALLEGATO N. XNUMX: CONSENSO INFORMATO PER IL TRATTAMENTO CON FARMACI DI PAZIENTI CON COVID-XNUMX (CORONAVIRUS),MINISTERO DELLA SALUTE, STATO PLURINAZIONALE DELLA BOLIVIA, GUIDA PER LA GESTIONE DEL COVID-XNUMX, MAGGIO XNUMX).

Risultati chiave

Dato che si è agito con strategia di rastrellamento, abbiamo un ingente numero di casi curati e di testimonianze NON considerabili probabilmente come PROVA SCIENTIFICA, ma certamente come PROVE VIVE: le persone colpite, sono curate e si è contribuito all' arresto della trasmissibilità almeno a livello familiare e di conseguenza per la comunità.

Sono 30 i casi documentati al momento, nella modalità di ricovero e circa 35 nelle cure ambulatoriali. Questi casi vengono documentati, raccolti e sistematizzati per esigenze Bioetiche e di Studi Scientifici nel rispetto delle strutture e delle procedure per il rispettiva garanzia. Come paese, confidiamo che questi processi e procedure di natura eminentemente amministrativa si adatteranno ai requisiti innovativi e alle richieste di risposte tempestive alla spietata pandemia. 

Dei 30 pazienti documentati che sono stati ricoverati, con un'età media di 51 anni (31-68); 22 uomini e 8 donne; Il 100% ha l'esame PCR-RT e / o Elisa Laboratory, 

Laboratorio clinico, emogasanalisi e altri; Studi di imaging, 22 pazienti hanno una tomografia polmonare compatibile con COVID-19, "pattern di vetro smerigliato in entrambi gli emitorace"; Il biossido di cloro è stato somministrato per via orale e endovenosa, secondo protocolli stabiliti. La degenza ospedaliera media è stata di 8 giorni (range 1 - 31).

L'origine dei pazienti (3 uomini e 3 donne), ha previsto l'adeguatezza del protocollo nel dosaggio per somministrazione endovenosa (da 10 cc a 40 cc / 1l di Ringer Lactate da somministrare in 12 ore. Questi pazienti provenivano da un centro di estrazione mineraria (altezza 4.266 metri sul livello del mare), popolazione con un diverso grado di pneumoconiosi, per lo stesso motivo, tra gli altri aspetti, con una ridotta saturazione di ossigeno. C'è un caso documentato dov'è avviata una discussione clinica a causa dell'importanza di un lento recupero dopo essere stato trattato nell'Unità di Terapia Intensiva; questo, insieme a un caso di controllo, in cui il trattamento è stato convenzionale, sarà allegato alla pubblicazione delle conclusioni allo scopo di condividere l'esperienza.

Conclusioni

La responsabilità e le competenze assunti da ciascuno degli attori nel paese hanno portato ad agire nel modo più efficace di fronte alla pandemia; il personale sanitario, nell'ambito dell'Etica e della Deontologia Medica, assume la responsabilità di dedicare attenzione alla cura dei bisogni e di aderire alle richieste della popolazione. In questo caso particolare la popolazione ha richiesto l'uso del biossido di cloro come trattamento preventivo e curativo. 

Di fronte alla mancanza di controllo della pandemia, i rappresentanti della popolazione (Consigli di vicinato, "Civicas", organizzazioni di base, associazioni, Centrale Operaia Boliviana,

Federazione dei Minatori della Bolivia, Assemblee Dipartimentali e Nazionali) hanno diretto l'elaborazione, il trattamento e la promulgazione della Legge di produzione, dell' uso e della distribuzione del biossido di cloro.

Infine ci appelliamo alle società scientifiche, alla bioetica, agli istituti di formazione accademica affinché si uniscano a questo progresso nell'esercizio dei diritti umani dinnanzi alla decisione della popolazione di scegliere in modo autonomo e nel rispetto della giustizia, soluzioni per affrontare la pandemia.

legalità

Link consigliati

Contatto

Se lo desideri, puoi contattarmi via email per qualsiasi altra informazione che non appare su questo sito.

ultime notizie

Social networking

A causa delle molteplici censure ricevute dai social network e dalle piattaforme video, queste sono le opzioni per diffondere le informazioni disponibili

Newsletter

Per qualsiasi domanda relativa al biossido di cloro, accedi al forum Forbidden Health, disponibile anche all'indirizzo App Android.

Assicurati di iscriverti alla nostra newsletter nella tua lingua preferita per ricevere importanti notifiche relative alle terapie con biossido di cloro.

© 2021 Andreas Kalcker - Sito ufficiale.